Chi siamo

Siamo una libera e democratica associazione professionale che riunisce docenti, dirigenti ed ispettori della scuola dellinfanzia e di base.
Siamo nati nel 1945 e siamo presenti su tutto il territorio nazionale nelle diverse articolazioni sezionali, provinciali e regionali.
Abbiamo scelto di operare in solidarietà, nella scuola e nel Paese, testimoniando i valori evange
lici nel servizio alla persona, attraverso la competenza professionale.

“L’Aimc realizza la sua esperienza nell’incontro costruttivo tra i soci – docenti, dirigenti scolastici e  tecnici – che sono risorse insostituibili per lo sviluppo culturale del Paese e per l’innalzamento della qualità del servizio scolastico.

L’impegno associativo si traduce nella valorizzazione sociale, nel riconoscimento economico del lavoro nella scuola e nell’offerta di contesti di cura e di sviluppo del sé professionale.

Pertanto, l’appartenenza all’Aimc costituisce, per i professionisti di scuola, opportunità di crescita in umanità e in competenza, nella consapevolezza che oggi la professione risulta maggiormente caratterizzata da complessità organizzativa, flessibilità, precarietà e in essa coesistono elementi che richiamano, da un lato, l’individualità di ciascuno e, dall’altro, l’essere parte di un sistema.

L’appartenenza all’AIMC si caratterizza per:

 

  • la sua eticità: l’Associazione, nel reinterpretare le proprie ragioni fondative e proiettandosi verso il futuro, opera per il bene comune, coniugando azioni e significati. Nello specifico, offre il proprio contributo elaborativo e progettuale inerente alle varie tematiche educativo-scolastiche, partecipa alla ricerca di soluzioni coerenti con i valori fondamentali della Costituzione e della Convenzione Internazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, secondo i principi del Vangelo;
  • il suo essere collocata dentro un sistema: l’Associazione attiva relazioni al suo interno e con i diversi contesti istituzionali, aprendosi al dialogo e al confronto. Nello specifico, si pone come esercizio di cittadinanza, caratterizzata da condivisione, corresponsabilità, partecipazione e cura, privilegiando gli ambiti educativi dell’esperienza umana;
  • il suo essere capace di riflessività: l’Associazione favorisce contesti di riflessione sull’esistente per orientare le azioni dei professionisti di scuola in un’ottica di progettualità. Nello specifico, consolida la propria consapevolezza identitaria e contribuisce allo sviluppo dei tratti fondanti del sistema scuola, evidenziandone finalità, motivazione di impegno e competenze da promuovere;
  • il suo realizzare la presenza laicale: l’Associazione valorizza l’agire professionale come esercizio di carità e di testimonianza della scelta di fede dei soci. Nello specifico, si impegna a vivere la competenza professionale come espressione della propria realtà di fedeli laici ai quali “tocca, in particolare, testimoniare come la fede cristiana costituisca l’unica risposta pienamente valida, (…), dei problemi e delle speranze che la vita pone ad ogni uomo e ad ogni società” (Christifideles laici n. 34), in coerenza con il dettato conciliare e con la Dottrina sociale della Chiesa”.

 

(dal Documento programmatico del XIX Congresso nazionale AIMC)