Senza categoria

Perchè vendere il proprio diamante

Molto spesso in casa ci ritroviamo gioielli molto datati che mai metteremo, una soluzione potrebbe essere rivenderli per ricavare un bel gruzzoletto. In altri casi invece vendere i vecchi diamanti diventa una necessità legata ad una situazione economica, i diamanti potrebbero dunque essere la soluzione perfetta per ottenere un po’ di denaro. Ma come fare? Il consiglio è quello di rivolgersi a più di un venditore per riuscire ad ottenere un confronto tra le varie proposte e dirigersi verso quella più conveniente per noi.  Il valore del diamante usato varia alle certificazioni, alle quotazioni in borsa e ai prezzi internazionali, dunque è bene affidarsi a dei professionisti. Inoltre secondo la legge italiana, il pagamento di una somma di denaro pari o superiore ai 1000€ deve avvenire tramite bonifico, dunque è meglio diffidare da tutti coloro che non vogliono pagare se non in contanti.

I diamanti sono delle pietre molto preziose, utilizzate in gioielleria per decorare e dare un tocco di unicità ad anelli, orecchini, bracciali, e collane. Il loro valore è molto elevato, e varia in base al grado di purezza e al taglio di quest’ultimo. Nonostante questi possano essere un po’ datati, il loro valore permane nel tempo, rendendo possibile la vendita di diamanti usati.

Il valore di un diamante

Come sopra descritto, il valore di un diamante varia al variare delle dimensioni, del taglio e della purezza di quest’ultimo. Maggiore è la dimensione del diamante, maggiore è il suo valore, inoltre essendo il diamante uno dei minerali più resistenti in natura, dal taglio di quest’ultimo può derivare il  suo valore. Tagliare un diamante è infatti molto complesso, attualmente tale procedura avviene tramite una lama sintetica che permette di incidere il minerale, ma un semplice errore potrebbe fa perdere l’intero valore di quest’ ultimo. Diverso è il discorso riguardante la purezza di un diamante, in natura sono rari i diamanti completamente puri, di conseguenza il valore di quest’ultimi è molto alto. Molto più frequenti sono i diamanti che presentano imperfezioni visibili anche ad occhio nudo. Dunque il valore del diamante varia enormemente in base al grado di purezza.

 

La carta d’identità del diamante

Nonostante le premesse riguardanti il come decretare il valore di un diamante, nel momento in cui deciderete di vendere quest’ultimo vi dovrete accertare della presenza di un documento in grado di certificare il valore di quest’ultimo, al momento dell’acquisto di un diamante viene consegnato una sorta di carta d’identità, che certifica il suo valore. In mancanza di essa, il valore di quest’ultimo potrebbe essere inferiore. Dunque se possedete diamanti o gioielli con diamanti al loro interno che volete vendere, non vi rimane che armarvi di certificato e di andare dai vari professionisti che saranno in grado di valutare il valore del vostro diamante dandovi le giuste giustificazioni al riguardo. Successivamente non vi rimarrà che sfruttare al meglio i soldi ricavati dalla vendita del vostro diamante. Il suo valore non sarà esattamente identico a quello iniziale in quanto anche il diamante con il tempo si rovina e potrebbe necessitare di un nuovo taglio per riprendere le proprietà iniziali. In bocca al lupo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *